google-site-verification: google459642ec52c128ee.html
Accesso al pannello di amministrazione dell'eshop >> (Questo messaggio lo vedi solo tu!)
Zenith snc

Tillandsia cosa sono?

Le tillandsia sono piante che vivono senza terra,tutto il nutrimento lo traggono attraverso le foglie, dove sono presenti i tricomi che si aprono con l’umidità.
Le Tillandsia hanno la straordinaria particolarità di assorbire e metabolizzare le sostantze inquinanti dall’aria,e di attirare le onde elettromagnetiche contribuendo a rendere l’aria meno inquinata.
Appartengono alla famiglia delle bromeliacee, come le Neoregelia e l’Ananas, sono piante epifite che in natura preferiscono stare sopra altri alberi, dai quali però non traggono nessuna sostanza in quanto non classificabili come parassite, quindi la Tillandsia può virere tranquillamente sospesa nell’aria o appoggiata sopra a qualsiasi materiale quali pietre, ceramica e vetro.
Le Tillandsia sono originarie esclusivamente del continente sud Americano dove hanno colonizzato montagne, foreste e zone semidesertiche, per questo hanno forme e colori insoliti, non comuni alle altre piante.
Durante la scelta del supporto dobbiamo ricordare che le Tillandsia vivono dall’aria è quindi bene EVITARE SUPPORTI CHE IMPEDISCANO LA REGOLARE AREAZIONE, come bicchieri troppo profondi.
Le temperature sopportate dalle Tillandsia in generale sono tra i 5 e i 40 gradi, ma alcune specie come la T. Aeranthos possono stare anche qualche grado sotto lo zero, altre come ad esempio la T. Xerografica sarebbe opportuno ripararla già sotto i 15 gradi.
Le innaffiature potranno essere abbondanti quando la pianta si troverà all’esterno e raramente si corre rischio di dare troppa acqua in quanto la pianta asciugherà facilmente; al contrario non bisogna assolutamente esagerare quando la pianta si trova all’interno, di media andremo a nebulizzare una volta ogni 10/15 giorni valutando anche la presenza o meno di riscaldamento e deumidificatori.
In genere le Tillandsia tendenti al verde avranno bisogno di più umidità rispetto a quelle tendenti al grigio infatti il colore della pianta è dato dalla quantità e dalla dimensione dei tricomi presenti sulle foglie.
I Tricomi sono degli “ombrellini” presenti sulle foglie che hanno sostanzialmente due compiti,il primo e quello di assorbimento, aprendosi permettono alla pianta di respirare e assorbire acqua e sostanze dall’aria, il secondo e quello di proteggere la pianta dal sole.
Più sono grandi e numerosi i tricomi più la pianta avrà una colorazione sul grigio, questo ci consiglierà una esposizione più soleggiata e meno irrigazioni;al contrario più sono piccoli i tricomi più sarà verde la colorazione delle foglie e di conseguenza andremo a nebulizzare più spesso la pianta e dare alla stessa una esposizione più ombreggiata.

In ogni caso la migliore coltivazione è quella data dall'esperienza personale. 
Le Tillandsia generalmente hanno una crescita molto lenta è proprio per questo che nel loro piccolo danno molta soddisfazione. 

Visti di recente